Perdita della coincidenza volo

bagaglio-smarrito overbooking volo-cancellato ritardo-volo

Nel caso di ritardo di un volo aereo e quindi di una perdita di coincidenza, il passeggero a cui viene negato l’imbarco può scegliere fra tre possibilità:perdita coincidenza

– il rimborso integrale del costo della quota parte di viaggio non effettuata;

– un biglietto gratuito per un volo alternativo, con partenza il prima possibile per la destinazione finale;

– un volo alternativo gratuito in una data successiva più conveniente per il cliente.

Qualsiasi sia la scelta del passeggero, la compagnia deve comunque rimborsarlo per il disagio subito, salva sempre la possibilità di richiedere, davanti al giudice, un risarcimento per danni ulteriori, se documentati e provati, secondo giurisprudenza.

Sui voli di linea della stessa compagnia viene di norma garantito un posto sul primo volo disponibile oltre alla possibilità di fare gratuitamente una telefonata/fax/telex al luogo di destinazione, di consumare i pasti proporzionati al tempo di attesa nonché di eventuale pernottamento in albergo.

Oltre alle forme di assistenza previste in caso di ritardo la Compagnia aerea è responsabile del danno subito dal passeggero a causa del ritardo medesimo fino a 4.841 euro circa. Il risarcimento non è dovuto se il vettore dimostra che sono state adottate tutte le misure necessarie e possibili ad evitarlo.

 

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0