Bagaglio Smarrito

Compila i campi sottostanti descrivendo brevemente il problema con il tuo bagaglio:
Inserire il nome e cognome del passeggero
Inserisci una mail valida per essere contattato
Inserisci un tuo recapito telefonico per essere contattato
inserisci una breve descrizione dell'accaduto

Attendi la risposta di avvenuta ricezione

 

Se si verificano problemi al bagaglio.

Se al termine di un volo il vostro bagaglio non compare sul nastro trasportatore e quindi risulta smarrito, avete diritto ad un rimborso.

Innanzitutto, prima ancora di uscire dall’aeroporto dovete recarvi all’Ufficio oggetti smarriti (Lost and found ) muniti di biglietto aereo e scontrino bagagli e qui compilare l’apposito modulo PIR (Property Irregurarity Report) descrivendo con la maggior precisione possibile le vostre valigie.

Di solito, l’80% dei bagagli smarriti viene ritrovato entro 24 ore, il restante 20% entro 3 giorni.

Trascorse le prime 24 ore , se il bagaglio smarrito non è stato ancora rintracciato e voi non siete residenti in quel luogo, alcune compagnie vi daranno subito una certa cifra per le piccole spese urgenti (spazzolino da denti, rasoio, pigiama ecc.; conservate gli scontrini degli acquisti effettuati).

Per il bagaglio definitivamente smarrito , danneggiato, o consegnato in ritardo si ha diritto a un risarcimento massimo di 1.167 euro circa per voli assicurati da compagnie UE in tutto il mondo.

La Convenzione di Montreal del 1999 ha quantificato l’ammontare del rimborso che il passeggero può chiedere in caso di smarrimento del bagaglio. L’importo previsto, rivalutato dal Regolamento n. 285/2010, ammonta a 1.131,00 euro. E’ inoltre possibile chiedere il rimborso INTEGRALE dei valori contenuti all’interno del bagaglio smarrito.

In caso di smarrimento del bagaglio registrato e per il quale, quindi, è stato emesso il “Talloncino di identificazione bagaglio”, il passeggero ha diritto ad un risarcimento del danno subito. All’arrivo a destinazione il passeggero deve aprire un rapporto di smarrimento bagaglio avendo cura di fare constatare l’evento al personale dell’aeroporto prima di lasciare l’area di riconsegna bagagli presso gli uffici Lost and Found dello stesso aeroporto di arrivo e compilando gli appositi Moduli, comunemente denominati PIR (Property Irregularity Report).

Per ottenere il risarcimento, è indispensabile conservare i documenti riguardanti il volo, il PIR, il Talloncino identificativo bagaglio e gli scontrini della merce eventualmente acquistata in sostituzione degli effetti personali contenuti nel bagaglio.

ENTRO E NON OLTRE 21 GIORNI dall’evento è necessario comunicare per iscritto alla compagnia aerea a mezzo raccomandata A/R l’avvenuto smarrimento. Se entro 21 giorni il vettore non consegna il bagaglio il passeggero può richiedere il rimborso.

Per farlo deve aver compilato un modulo di reclamo indicando l’entità del danno subito. Nel caso in cui il volo faccia parte di un pacchetto viaggio tutto compreso, sarà possibile agire direttamente contro il tour operator responsabile dell’organizzazione del viaggio.

Per quanto riguarda invece compagnie aeree che non aderiscono alla Convenzione di Montreal del 1999, in caso di smarrimento o danneggiamento del bagaglio è previsto un risarcimento fino a 20 euro per kg per arrivare fino a un massimo di 388 euro solo nel caso in cui il danno sia imputabile alla Compagnia aerea.

I danni, pena la decadenza, devono essere denunciati alla Compagnia entro 7 gg. in caso di danneggiamento del bagaglio, entro 21 gg. per ritardata consegna.

Anche il furto in treno da diritto a un rimborso. Previa denuncia di furto alla Polizia entro le 24 ore, si ha diritto a un rimborso fino a 258,23 euro a collo per i furti avvenuti su Eurostar, vagoni letto e cuccette, Intercity su vetture con corridoio centrale, e auto al seguito. Per tutti gli altri casi vale per ora quanto dispone la legge n.754/1977: perdite e avarie di bagagli portati a mano vengono risarcite solo in caso di “incidente di esercizio” e fino ad un massimo di 258.23 euro. Insomma, deve esserci uno scontro o un deragliamento ferroviario.

Nei traghetti/navi , i bagagli registrati e smarriti durante un viaggio nazionale prevedono un risarcimento massimo di 6 euro per kilo (se non assicurati) mentre quelli non registrati non hanno diritto ad alcun risarcimento a meno che non si riesca a dimostrare che la perdita è imputabile alla compagnia. Se la perdita del bagaglio è imputabile alla compagnia, nei viaggi internazionali è previsto un risarcimento massimo di 25.000 euro circa.

Ricordate che esistono polizze assicurative contro il furto e la perdita dei bagagli che permettono – a fronte di un esiguo premio- di avere indennizzi superiori a quelli offerti dalle compagnie aeree, di navigazione o ferroviarie. Suggeriamo inoltre di pagare eventualmente il biglietto con una carta di credito che abbia un’assicurazione incorporata (prevista dalle carte di credito più diffuse).

Per quanto riguarda i voli aerei è inoltre possibile, al momento del check-in, chiedere di usufruire della “Dichiarazione di valore ” (valida solo per i viaggi interamente effettuati con la stessa Compagnia) che permette di elevare il limite di responsabilità del bagaglio registrato.

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0